Guerra e pace

La “questione siriana” pone il mondo sotto scacco per l’ennesima volta.
L’Organizzazione delle Nazioni Unite, nata per scongiurare nuovi conflitti mondiali e creare luoghi di confronto e dialogo tra i popoli, persevera nel suo inascoltato richiamo alla Carta del 1948.
Il diritto internazionale, disciplina insegnata in tutte le Università del mondo, rivela la sua astrattezza e incapacità di fornire risposte concrete capaci di dare sostanza ai propri principi.
Le grandi potenze economiche fanno i loro calcoli di costi/opportunità, cercano di prevedere i benefici immediati e futuri che un conflitto può dare alla propria economia, al proprio governo, al proprio “appeal” internazionale.
Leggi il resto di questo articolo »

“C’è chi ha votato il M5S perché non voleva emigrare.” (cit.)

Se domani si rivotasse, rivoterei il Movimento. Perché io non ho mai voluto emigrare, perché non voglio vergognarmi del mio Paese, perché non intendo girarmi dall’altra parte, perché non desidero partecipare con una risata sardonica al funerale dell’Italia.
Leggi il resto di questo articolo »

(IN)GIUSTIZIA

La giustizia permette a tutti, ma soprattutto ai più deboli, di vedere garantiti e rispettati i propri diritti. Tuttavia, come recita un vecchio adagio, “chi ruba poco va in galera, chi ruba tanto fa carriera”, cioè spesso accade che i ricchi e i potenti abbiano trattamenti di favore anche in sede giudiziaria: la legge è uguale per tutti, ma per qualcuno un po’ di più.
Recentemente, una serie di avvenimenti mi ha fatto molto riflettere su un altro aspetto, di contorno forse, ma che a parer mio costituisce il sostrato necessario per giustificare quel detto popolare. Mi sembra che quello che troppo spesso manchi sia il senso di giustizia del popolo italiano, di cui è bene ribadire, sono orgoglioso di far parte. Leggi il resto di questo articolo »

Etica e religioni

I recenti avvenimenti del Medio Oriente hanno interrogato il mondo cosiddetto “occidentale” in merito ai rapporti con i paesi arabi nonché con i popoli di religione musulmana. Il solito e amletico dubbio non riguarda soltanto le relazioni tra due culture e due religioni che da secoli si confrontano e scontrano anche violentemente ma, a mio avviso, concerne con l’intima concezione di libertà e umanità.
Leggi il resto di questo articolo »

MORS TUA VITA MEA

Il celebre detto romano enunciato nel titolo, ben si addice a quanto sta accadendo a Taranto, dove il recente sequestro da parte della Magistratura della fabbrica ILVA, ha destato forti contrasti sul piano locale e nazionale. La questione, nota a tutti, riguarda le emissioni inquinanti di quest’impresa siderurgica che, oltre a violare le norme di legge, provocano decine di morti e tumori con indici di mortalità moltiplicati rispetto alle medie nazionali. Leggi il resto di questo articolo »

NEL CUORE DELLO STATO

La scorsa settimana ho avuto l’onore di passeggiare tra le aule, di osservare alcuni processi decisionali e di interloquire con alcuni politici e funzionari delle massime istituzioni del nostro Stato. Le varie visite e gli incontri sui vari temi di attualità politica, sono stati di suggerimento a queste righe che vorrei sottoporre alla vostra attenzione, per esporvi alcuni miei spunti personali.
Leggi il resto di questo articolo »

Saper perdere per imparare a vincere meglio

Tra i vari festeggiamenti che ricorrono in questi giorni, mi pare interessante fare un commento non sui celebratissimi vincitori ma su chi perde.
In primis, vorrei guardare alla Francia dove, dopo diciassette anni, è tornato al potere il Partito Socialista. Per la seconda volta, dopo la “force tranquille” di Mitterand, la “gauche” è salita all’Eliseo, sconfiggendo un avversario forte, supermediatizzato e presidente in carica. Tuttavia lo scarto è stato davvero minimale (una forbice del 3-4%), considerando anche il fatto che una componente elettoralmente forte del primo turno (il «Front National» di Marine LePen), ha deciso di astenersi. Leggi il resto di questo articolo »

Le news di L2C via e-mail
Archivio
Add to Technorati Favorites